La Rete Internazionale “La Città delle bambine e dei bambini”

Italia, Spagna, Argentina, Uruguay, Colombia, Messico, Perù, Cile, Libano e Turchia: sono più di 100 le città in diversi Paesi dell’Europa e dell’America Latina che aderiscono alla Rete Internazionale della Città dei bambini. Le città della Rete sono coordinate dal Laboratorio Internazionale «La città dei bambini» dell’Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione del CNR di Roma.

Le reti locali

La Rete della Regione Lazio

La Rete regionale, costituita da 17 Comuni e 4 Municipi romani, nasce nel 2014 nell'ambito del progetto Il Lazio, la Regione delle bambine e dei bambini. La rete è coordinata dal Laboratorio regionale, gestito in maniera congiunta dall’ISTC-CNR e dalla Regione Lazio - Direzione regionale Capitale Naturale Parchi e Aree Protette. Il Laboratorio regionale, oltre a coordinare la rete, supporta i Comuni nella realizzazione delle attività del progetto.

La Rete Italiana

La Rete italiana nasce formalmente nel 1996, anno  in cui si costituisce il Laboratorio internazionale “La città dei bambini” dell’ISTC- CNR, che ne cura il supporto e il coordinamento. Fanno attualmente parte della rete italiana circa 60 città, di diverse dimensioni e caratteristiche territoriali.

La Rete Spagnola

La rete spagnola si è costituita nel 2016 a Granada presso il museo Parque de las Ciencias;  è formata attualmente da 41 città aderenti al Progetto internazionale “La città dei bambini” e da enti diversi come musei, associazioni ed università. Al primo incontro, che si è svolto a Granada, ne sono seguiti altri tre: uno a Pontevedra (Galizia) nel maggio 2017, uno a Huesca (Aragona) nel marzo 2018 e il IV a febbraio 2019 a Fuerteventura (Isole Canarie).  All’interno della Rete nazionale sono attive reti locali come la Rete dei Paesi Baschi e la Rete della Provincia di Pontevedra.

La Rete dell'America Latina

Nel maggio del 2009 è nata  a Santa Fe la Rete Latinoamericana “La ciudad de los niños”. Alla presenza del Governatore della Provincia, Hermes Binner e di Francesco Tonucci, più di 30 sindaci o rappresentanti di città della Provincia di Santa Fe, dell’Argentina (fra le quali Buenos Aires), dell’Uruguay, del Cile e della Colombia hanno firmato l’adesione al progetto internazionale. La provincia di Santa Fe, per volere personale del suo Governatore, ha aperto un Laboratorio Latinoamericano del progetto “La città dei bambini che, utilizzando le competenze sviluppate nell’esperienza di Rosario, promuove e coordina la Rete Latinoamericana aperta alle città della Provincia di Santa Fe, alle città argentine e alle città degli Stati del Centro e Sud America. Sono attualmente  oltre 60 le città che hanno aderito al progetto internazionale attraverso la Rete. In particolare si contano più di 40 città afferenti alla rete della Provincia di Santa Fe, altre 17 città argentine e città  in, Brasile, Cile, Colombia, Messico, Perù, Repubblica Dominicana e  Uruguay.

Le attività della Rete Internazionale

La Rete Internazionale

La Rete Internazionale nasce con l’intento di fornire supporto alle città che aderiscono, di coordinare le attività, di favorire lo scambio e il confronto.  Le città della Rete si incontrano durante i Convegni Internazionali e durante gli incontri locali e/o nazionali.

Il Laboratorio Internazionale

La progettazione, lo sviluppo, il coordinamento e le attività di ricerca sul progetto vengono svolte dal Laboratorio Internazionale.

Il Laboratorio Internazionale ha tra le sue funzioni:

  • il coordinamento della Rete, la raccolta delle adesioni, la raccolta delle esperienze, la disseminazione dei risultati, la facilitazione dei contatti e degli incontri;
  • la formazione, il supporto alla progettazione, l’elaborazione di strumenti di supporto alla realizzazione delle attività previste dal progetto (ad es. i manuali metodologici);
  • la ricerca valutativa sull’efficacia del progetto nel raggiungere i risultati attesi e sull’impatto delle esperienze proposte sui vari attori sociali coinvolti (bambini, genitori, amministratori locali, insegnanti e dirigenti scolastici).

Il Laboratorio Internazionale ospita il Centro di Documentazione Internazionale; inoltre è il luogo dove si svolgono:

  • gli incontri con gli amministratori delle città che intendono aderire al progetto;
  • i corsi di formazione rivolti agli amministratori locali, ai referenti, al gruppo di lavoro.

Passiamo all'azione!

Inviaci i materiali del tuo progetto “La città delle Bambine e dei Bambini” per mettere in rete le esperienze e i risultati nell’area del sito riservata alle attività svolte dalle varie città della Rete.

Se sei una Città, clicca qui 

Se sei un Ente (università, associazioni, musei), clicca qui